Cinema, Simona ♥
Lascia un commento

Magic in the moonlight e la magia dell’amore

Magic in the moonlight

Prendi un illusionista di successo convinto che dietro ogni fenomeno straordinario ci sia sempre un trucco, metti una sedicente medium giovane e carina, aggiungi le belle insenature della Costa Azzurra e le sue splendide ville, condisci con una colonna sonora jazz, trasponi tutto agli anni ’20 ed ecco il nuovo film di Woody Allen Magic in the moonlight.

Una commedia elegante che di certo avrà fatto storcere il naso agli estimatori dell’Allen di Manhattan e Io e Annie, ma che io ho trovato estremamente piacevole e divertente.

Ad interpretare il razionalissimo illusionista Stuart è  Colin Firth, non a caso uno dei miei attori preferiti, che nella prima scena del film appare mentre esegue uno dei suoi applauditissimi spettacoli, nei panni di un mago cinese. Ma oltre ad essere un professionista dell’illusione, Stuart è anche noto per essere uno  spietato smascheratore di presunti medium.

Succede che la medium da sbugiardare è Sophie, giovane e carina americana interpretata da Emma Stone, ospite insieme a sua madre nella villa di una ricca famiglia che la considera già capace di cose straordinarie e portatrice di gioia nelle loro vite.

La sfida è aperta. Stuart dovrà dimostrare che Sophie è solo un bluff. E ci si mette d’impegno! Non lo distoglie dal suo obiettivo neppure il dolce faccino di Sophie, tanto che quando lei gli chiede se la trova bella, lui le risponde che la trova passabile, meglio con la luce del crepuscolo. Non c’è spazio nella vita ordinata di Stuart per una qualsiasi deviazione romantica, tra l’altro lui è fidanzato con Olivia, la perfezione in persona. Sophie è senza dubbio una imbrogliona, molto dotata, ma pur sempre una bugiarda.

Ad ogni sua premonizione, Stuart risponde con una plausibile spiegazione. Fino a quando una visione di Sophie svela dettagli personali che non sono noti a nessuno e sorprende a tal punto Stuart costringendolo a riconsiderare la sua visione della vita e ad accorgersi che prova un sentimento per Sophie. Anche quando in uno sprazzo di razionalità di ritorno si rende conto che Sophie è davvero un’imbrogliona, il danno è fatto, ormai il suo cuore appartiene a lei.

E che importa se Sophie ha avuto un’offerta di matrimonio dal rampollo della famiglia che la ospita, che ammaliato dalle sue presunte capacità di veggente , la intrattiene con serenate improvvisate. È forse vero amore quello di una persona che si infatua della sola apparenza dell’altra?

No, l’amore è magia. È andare oltre le apparenze e i trucchi che ci applichiamo per apparire migliori di quello che siamo. È la capacità di comprendere le debolezze e i piccoli difetti dell’altro e pensare che comunque lo amiamo lo stesso. Sì, l’amore è proprio magia.

Magic in the moonlight di Woody Allen con Colin Firth, Emma Stone

Ci vediamo a cena

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...