Cinema, Simona ♥
Lascia un commento

Natale: i film da vedere anno dopo anno…

Natale, si sa, è un continuo inno alle tradizioni. Albero, palline, luci, tante luci, per qualcuno anche presepe. Poi la cena della Vigilia, il pranzo del 25, la “botta” finale della mangiata del 26. Poi i regali da scartare, il panettone e il pandoro, il torrone bianco, duro o morbido, al cioccolato, con nocciole o mandorle.

In tutto questo copione, uguale ogni anno, non può mancare una lista di film da vedere per rilassare corpo e mente in queste giornate piene di parenti e all’insegna del tour de force gastronomico. Ma, attenzione, anche questa lista è all’insegna della tradizione, i film da vedere sono sempre gli stessi! Almeno fino ad ora.

1.Una poltrona per due

Una-poltrona-per-due-2

In cima alla mia personale lista di Natale, metto Una poltrona per due. Di facile reperimento sulle reti televisive italiane durante il periodo natalizio. Non a caso Italia 1 ormai lo trasmette da anni il 25 dicembre in prime time. Un vero classico che ha ormai 32 anni, ma resta sempre una delle commedie divertenti in circolazione. Merito di John Landis che lo ha diretto e dei suoi attori. La storia la conoscete tutti, i due anziani fratelli Duke, ricchi e annoiati, hanno voglia di giocare e scambiano le vite di due persone che più diverse non possono essere: quella del ricco agente di cambio Louis Winthorpe III, interpretato da Dan Aykroid, con quella del povero imbroglione Billy Ray Valentine, col volto di Eddie Murphy. Tra i protagonisti c’è anche Jamie Lee Curtis, nei panni di Ophelia, una prostituta dal cuore d’oro che offrirà il suo aiuto a Louis, incapace di cavarsela da solo dopo che ha perso le sue ricchezze. Alla fine il gioco per i fratelli Duke finirà male.

2. Tutti insieme appassionatamente

edelweiss

Un film che non può mai mancare al mio Natale, anche se confesso che quest’anno mi sono portata avanti e l’ho rivisto un paio di sere fa, è Tutti insieme appassionatamente. Neanche a farlo apposta, questo film compie 50 anni proprio quest’anno. Come resistere alle avventure della numerosa famiglia Von Trapp, 7 ragazzi di diverse età rimasti orfani di madre e con un padre generale dell’esercito austriaco, l’affascinante Christopher Plummer,che li chiama a sé con un fischietto. Una vera impresa trovare un’istitutrice disposta ad occuparsi di questi ragazzi dispettosi fino a quando non arriverà Julie Andrews, nei panni della novizia un po’ ribelle Maria. Con canti, giochi e balli riporterà l’amore in casa Von Trapp, mentre fuori il Nazismo di Hitler avanza. Qualcuno storcerà il naso, ma io non so resistere a canticchiare Do se do una cosa a te, Re è il re che c’era un dì…Difatti è diventata già una delle canzoni preferite di Viola!

3. Serendipity

serendipity-movie

Non può mancare il romanticismo nei film di Natale. Se poi la storia parla di serendipità, l’atto di trovare una cosa non cercata e imprevista mentre se ne stava cercando un’altra, allora la magia è assicurata. I protagonisti sono 3. New York a Natale, scenario perfetto per una storia d’amore, John Cusack non ancora rovinato dal botulino sulla fronte, nei panni di Jonathan e una non ancora scheletrica Kate Beckinsale nei panni di Sarah. Si incontrano in un Bloomingdale affollato da clienti alle prese con i regali di Natale ed entrambi vogliono accaparrarsi lo stesso paio di guanti neri. È il pretesto per prendere qualcosa di caldo insieme e scoprire di avere molto in comune, ma quando Jonathan le propone di scambiarsi i numeri, Sarah preferisce che sia il destino a decidere se c’è un futuro per loro. Lei scrive il suo numero su una copia del libro L’amore ai tempi del colera e lo vende ad una bancarella. Lui scrive il suo numero su una banconota da 5 dollari e la dà via. Per avere una conferma dall’universo che sono destinati a stare insieme, decidono di prendere due diversi ascensori del Waldor Astoria, se si ritroveranno allo stesso piano, allora sarà tutto vero. Purtroppo Jonathan sarà vittima di un bambino dispettoso che ha deciso di prenotare tutti i piani e arriverà quando Sarah è già andata via. Il tempo passa, ma sia Jonathan che Sarah continuano a cercare la banconota da 5 dollari e il libro. Dopo 6 anni, quando si stanno impegnando con altre persone, qualcosa di inaspettato succederà.

4. Love actually

love-actually-5

Dopo New York, non poteva mancare un film con Londra, la mia città del cuore, come ambientazione natalizia. Love actually è un film corale e romantico. Personaggi legati tra di loro per amicizie e parentele e con in comune una parte di racconto che si svolge agli arrivi e alle partenze dell’aeroporto di Heathrow, luoghi di addii e ricongiungimenti, di abbracci e baci appassionati. Indimenticabile il ballo scatenato di Hugh Grant nei panni del primo ministro inglese all’interno della residenza di Downing Street. Assurde le conversazioni incomprensibili tra lo scrittore interpretato da Coin Firth e la sua domestica portoghese, che si concluderanno con una divertentissima proposta di matrimonio alla presenza di tutto il villaggio portoghese della ragazza. Anche se è Natale, non manca il tradimento di Harry, interpretato da Alan Rickman, con la sua focosa segretaria Mia, nei confronti di Emma Thompson, nei panni di sua moglie Karen. Appena qualche giorno fa,  il regista del film Richard Curtis e la sua compagna Emma Freud hanno deciso di twittare qualche notizia in più sul film, dopo tutti questi anni (il film è del 2013). In questa circostanza hanno voluto chiarire che il tradimento di Harry con la segretaria Mia si è infine trasformato in una relazione. Non c’è stata la sperata riconciliazione tra i due. Senza dubbio la parte più esilarante del film è quella che ha come protagonista Billy Nighy nei panni di una rock star ormai in declino che si rilancia con una versione natalizia della hit Love is all around trasformata per l’occasione in Christmas is all around. Ma Love actually è noto anche per una delle più belle dichiarazioni d’amore degli ultimi 20 anni, talmente bella da essere stata ripresa più e più volte. Si tratta di una dichiarazione d’amore ma anche di un addio che Mark, Andrew Lincoln ora in The walking dead, decide di fare a Juliet, Keira Knightly. “To me, you are perfect”, le scrive su fogli volanti, ma lei è anche la moglie del suo migliore amico, si amano e lui è senza speranza, è ora di voltare pagina.

5. FBI Operazione Gatto

fbi_operazione_gatto

Non è Natale senza almeno un film firmato Disney, in questo caso un mix tra un giallo e una commedia, diretto dallo stesso regista di Mary Poppins. Due delinquenti rapinano una banca e prendono in ostaggio la cassiera. Il fatto è che Iggy, uno dei rapinatori, ama molto i gatti e mentre va a fare la spesa si lascia seguire da il gatto Gigì. La cassiera approfitta della “visita” del gatto per allacciargli al collo il suo orologio. Gigi torna dalle sue padrone, Ingrid e Patricia Randall che si insospettiscono sulla provenienza dell’orologio. Soprattutto Patricia, l’attrice Hayley Mills già protagonista di Il cawoboy con il velo da sposa, capisce che c’è qualcosa che non va e chiama l’FBI. Sarà l’agente Zeke Kelso, l’attore Dean Jones, che pedinerà il gatto fino ad arrivare alla cassiera. Ma saranno molti gli ostacoli da superare prima di riuscire a liberare l’ostaggio.

6. Una strega in paradiso

una-strega-in-paradiso

Anche in questo film uno dei protagonisti è un gatto, Cagliostro. E poi c’è la magnifica Kim Novak nei panni della strega Gil, proprietaria di un negozio di antiquariato. Userà le sue arti magiche per fare innamorare lo scettico scrittore Shepherd Henderson, interpretato da James Stewart, che sta per sposare Merle, una ex compagna di college di Gil davvero poco simpatica. In aiuto di Gil arrivano sua zia Merle e suo fratello Nicky, che altri non è che Jack Lemmon. Gil riuscirà nel suo intento, ma alla fine scoprirà di essersi innamorata quando vedrà scorrere una lacrima sul suo viso. Questa la porterà a perdere tutti i suoi poteri di strega e la fida compagnia del gatto Cagliostro.

7. Cenerentola

cenerentola2.jpg

Nella mia lista dei film di Natale c’è anche un cartone, naturalmente targato Disney. Uno di quelli che di più classico non c’è: Cenerentola. Un cartone che è addirittura del 1950, ma anche senza gli effetti straordinari dei film di animazione più recenti, mantiene intatto la sua magia. Inutile raccontare la storia, bisogna solo farsi catturare dalle immagini e… bidibibodibibù, si torna bambini.

8. Vacanze di Natale (1983)

vacanze-natale-83

Odio i cosiddetti cinepanettoni. Li trovo inutili, sempre uguali, con dialoghi affatto divertenti con riferimenti molto spesso volgari. Tuttavia nella mia lista non posso non inserire un grande classico come il primo Vacanze di Natale, quello del 1983. Un film che è ormai un cult anche grazie alle tante battute presenti. Come non ricordare il “a te t’ho fatto la scuffia” di Mario Brega che distribuisce i regali alla sua famiglia, evidenziando i soldi spesi per ognuno o Guido Nicheli nei panni del ricco milanese Donatone, marito di Ivana, Stefania Sandrelli, protagonista di battute memorabili. E poi Jerry Calà, cantante di piano bar, playboy e vecchia fiamma di Ivana. Claudio Amendola, figlio di Mario Brega e alle prese con una cotta per Karina Huff ( ma che fine ha fatto Karina Huff?). Cristian De Sica, figlio di papà è viziato da mammà e che si definisce “moderno”. Non manca una colonna sonora ricca dei più grandi successi dance dei primi anni ’80, molti riproposti anche nell’album Mixage-volume 1: I like Chopin, Dolce Vita, Amore disperato, Nell’aria, Ancora, Paris Latino, Maracaibo, Moon light shadow. Per poi finire con la famosa battuta  del signor Covelli “e anche questo Natale se lo semo levato dalle palle”.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...