Travel
Comments 2

La nostra Valle d’Aosta, seconda parte

Dopo l’incredibile emozione di vedere il mondo dall’alto del Monte Bianco, il nostro piccolo viaggio alla scoperta della Valle d’Aosta è continuato alla volta del Forte di Bard.

Forte di Bard

Qusta fortezza è davvero imponente e occupa un punto strategico. Si trova infatti sopra lo stretto passaggio della gola di Bard.

Forte di Bard

Forte di Bard

Dal XIII secolo il castello è diventato di proprietà sabauda. Ma è l’assedio del 1800 che ha reso famoso il Forte di Bard.

All’alba del 14 maggio del 1800 i 40.000 uomini dell’Armée de réserve di Napoleone varcarono le Alpi attraverso il Gran San Bernardo per sorprendere l’esercito austro-piemontese che occupava la pianura padana. Gli uomini di Napoleone arrivarono rapidamente fino a Bard, dove furono bloccati dalla guarnigione di truppe austriache a presidio della fortezza.

La notte del 21 maggio alla fine il borgo capitola, sorpreso da un attacco notturno. Tuttavia il comandante del Forte, il capitano Stockard von Bernkopf, non si dà per vinto. Fallito il piano del generale Marmont per trasportare nottetempo i cannoni fino alla sommità della rocca, respinto l’ennesimo assalto, ai Francesi non resta che porre il Forte sotto assedio: dopo un’intera giornata di bombardamenti, il 1° giugno von Bernkopf firmerà la resa ottenendo l’onore delle armi.

Attualmente il Forte di Bard è di proprietà della regione Valle d’Aosta ed è diventato un bellissimo complesso museale. Si può visitare seguendo il percorso pedonale che costeggia il castello, o usufruendo degli ascensori situati ai diversi piani, dai quali si può godere di una bellissima vista sulla Dora Baltea.

Dora Baltea a Bard

Dora Baltea a Bard

Noi abbiamo avuto la fortuna di poter vedere la bellissima mostra Mountai Men del fotografo Steve McCurry.

mccuryy

Uscendo dalla fortezza di Bard, si arriva direttamente a Bard, un borgo medievale che fa parte del circuito dei borghi più belli d’Italia.

Bard

Bard

Bard

Bard

Aosta

Poi è arrivato il momento di andare ad onorare il capoluogo di questa  bella regione. Siamo arrivati ad Aosta.

Aosta, Piazza Chanoux

Aosta, Piazza Chanoux

Abbiamo attraversato il suo centro storico tutto pedonale, per ammirare questa bella città dalle chiare origini romane.

Aosta, Porta Pretoria

Aosta, Porta Pretoria

E per fare un po’ di shopping

Aosta

Aosta

Aosta

Aosta

Aosta

Aosta

Aosta

Aosta

Poi è arrivato il momento di fare le valigie e mettersi in viaggio verso casa. Ma non prima di aver fatto scorta di formaggi valdostani

Arnad

Arnad

e salutare gli amici di Le Village

B&B Le Village

B&B Le Village

A presto!

Annunci

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...