Travel
Comments 6

Un weekend a Barcellona a Natale

Palau de la Musica, Barcellona

Eccomi con il primo post del 2018. Certo siamo già a metà gennaio, ma ci tenevo a fare a tutti coloro che passano qui un grande augurio per il nuovo anno. E poi volevo raccontarvi del nostro weekend a Barcellona nel periodo natalizio.

Ospiti di Seat abbiamo trascorso il weekend precedente al Natale nella capitale catalana. Per noi era la quarta volta in questa splendida città, mentre la prima per Viola, emozionata per il viaggio in aereo. Lo aveva già preso per Londra lo scorso anno, ma all’epoca non se ne era nemmeno accorta. Ora nel pieno dei suoi due anni, si guardava intorno stupita e commentava sorridendo con “alto” il fatto di essere sull’aereo.

Siamo arrivati a Barcellona venerdì mattina, accolti da un cielo terso, illuminato dal sole e dalla deliziosa Noemi che si è presa cura di noi per tutto il weekend. Con il resto del gruppo Noemi ci ha accompagnato all’ Hotel Catalonia a Passeig de Gracia, che ci ha ospitato per il weekend.

Hotel Catalonia, Passeig de Gracia

Hotel Catalonia, Passeig de Gracia

Hotel Catalonia, Passeig de Gracia

Hotel Catalonia, Passeig de Gracia

Il tempo di sistemare i bagagli e darci una rinfrescata e poi siamo partiti alla volta del Barrio Gotico per goderci l’atmosfera natalizia di Barcellona.

Barrio Gotico

Barrio Gotico

Barrio Gotico, Barcellona

Barrio Gotico, Barcellona

Il Cacatio

Il mercatino di Natale intorno alla Cattedrale era stracolmo di banchi pieni di articoli per la decorazione dell’albero di Natale e del presepe.

Mercatino di Natale, Barcellona

Mercatino di Natale, Barcellona

Flower Girl, Barcellona

Flower Girl, Barcellona

Naturalmente non poteva mancare il Cacatio.

Cacatio, Barcellona

Cacatio, Barcellona

Il Cacatio fa parte della tradizione natalizia spagnola. Si tratta di un tronco d’albero a cui vengono applicate delle zampe di legno. Ha una buffa faccetta ed un cappello rosso. Quando arriva il momento, i bambini lo percuotono con dei bastoni di legno finché dalla sua pancia non escono montagne di dolciumi.

 

Non mancano poi i famosi Caganer, che ritraggono personaggi famosi e di fantasia nell’atto di liberarsi l’intestino. Sembra che portino fortuna!

E poi una camminata su La Rambla prima di tornare in hotel.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Dopo una deliziosa cena di tapas, siamo tornati in hotel. Con una bimba di due anni la notte non è più giovane!

Sabato mattina avevamo appuntamento nella hall dell’Hotel Catalonia per la nostra giornata Seat. Una guida ci ha accompagnato da Passeig de Gracia fino a La Rambla in una interessantissima visita guidata.

Palau de la Musica

Sono rimasta molto colpita dal Palau de la Musica, con le sue belle decorazioni moderniste.

Palau de la Musica, Barcellona

Palau de la Musica, Barcellona

In effetti nei nostri precedenti viaggi a Barcellona non ci eravamo mai passati.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il Palau de la Musica Catalana fu costruito in tempi record. La prima pietra fu posata nel 1905 e nel 1908 l’edificio era terminato. È la sede della scuola di canto dell’Orfeó Català. Ha subito due restauri con ampliamenti negli anni ’80 e nel 2000. Nel 1997 il Palau de la Musica Catalana è stato nominato dall’Unesco Patrimonio mondiale dell’Umanità.

Basilica di Santa Maria del Mar

Basilica di Santa Maria del Mar

Basilica di Santa Maria del Mar

Poi il nostro giro ci ha portato a visitare la Basilica di Santa Maria del Mar, la Cattedrale del Mare, recentemente “protagonista” del romanzo La catedral del mar dello scrittore  Ildefonso Falcones.  Costruita nel 1300, la Basilica di Santa Maria del Mar era destinata ai fedeli della parrocchia e non ai nobili e ai dginitari. Difatti sembra che fossero proprio gli abitanti del quartiere ad occuparsi della sua costruzione. Un grande apporto fu dato dagli scaricatori del porto di Barcellona; dalla collina spostavano fino al luogo di edificazione della basilica le pesanti rocce che servivano alla sua costruzione.

E poi a pranzo

 

Di ritorno abbiamo ammirato Passeig de Gracia e le famose residenze progettate da Gaudì in veste natalizia.

Casa Batllò

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

La Pedrera

La Pedrera, Barcellona

La Pedrera, Barcellona

Domenica mattina ci siamo dedicati allo shopping natalizio.

La Boqueria

Un salto al mercato de La Boqueria per il pranzo e per acquistare un po’ di jamon

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un salto a vedere a che punto è la Sagrada Familia

Sagrada Familia, Barcellona

Sagrada Familia, Barcellona

E poi poco prima di partire alla volta dell’ aeroporto, c’è stato il tempo di una cioccolata calda a El Nacional, addobbato per le feste

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Hasta luego Barcellona! Alla prossima volta

Annunci

6 Comments

  1. Mi è piaciuto molto l’articolo che hai scritto su Barcellona, soprattutto perché hai messo in luce anche aspetti meno conosciuti ma estremamente interessanti della splendida capitale catalana 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...