Autore: Simona Serafini

Modern family secondo Viola

Sabato mattina del lungo lockdown da coronavirus. Viola ha messo in campo tutta la sua collezione di cani di peluche (al momento sostituiscono egregiamente il cane in carne ed ossa che da tempo desidera). “Mamma, mamma, guarda! Ho costruito una casa per i cagnolini. Bella (la borboncina chic con pelo bianco e rosa) è sposata con Snoopy. Al matrimonio lei gli ha regalato un cappello da baseball”. “ Guarda che carini i figli, mamma! tutti uguali a Snoopy Snoopin!” Ma c’è qualcosa che non le quadra, ci sono due piccoli husky, da dove saranno usciti fuori? Lei mi guarda pensosa, va in camera, cerca nel suo cesto e torna trionfante con un husky più grande “ecco il marito di Bella, mamma. È il papà degli huskini!” Io la guardo perplessa “ma Viola, Bella non era sposata con Snoopy?”. “Certo mamma, ma a Bella non piaceva più Snoopy e si è sposata con Husky. Ora vivono tutti insieme con i loro piccolini e si vogliono bene”. Perfetto.

Tulipani a Roma come in Olanda #cosebelle

Quando ero molto piccola, a primavera c’era un giardino di fronte a casa nostra che si colorava di giallo. Si riempiva di strani fiori dal gambo duro, che stavano lì impettiti si quella aiuola verde. Li guardavo e riguardavo e da allora sono diventati i miei fiori preferiti. Quando ho saputo che a Roma avevano aperto il TuliPark, sono stata felicissima di visitarlo. La fioritura dura meno di un mese, quindi bisogna affrettarsi se si vuole godere dello spettacolo di migliaia di tulipani colorati. Cos’è il TuliPark Il TuliPark è un campo di tulipani fioriti, 300.000, in perfetto stile olandese. La formula è quella del “cogli il fiore e portalo a casa”. I primi due giorni i soliti “distratti” hanno creato qualche danno alle colture, pestando i tulipani e buttando nel campo quelli che non gli erano piaciuti. Per fortuna l’organizzazione è riuscita a recuperare quei tulipani che potevano essere salvati. Pasquetta a TuliPark Siamo stati in visita al TuliPark bel giorno di Pasquetta. Avevamo già acquistato i biglietti sul sito web di TuliPark: 5 …

Regala un albero e salverai il mondo

Alzi la mano chi non ha ancora fatto il regalo di San Valentino? Confesso che non sono un amante di San Valentino, ma poi il lato romantico prevale e mi sembra brutto non preparare almeno un dolce, comprare un “pensierino” o scrivere un biglietto a mio marito. Quest’anno però ero davvero a corto di idee e avendo passato da secoli l’età per regalare i peluches, stavo definitivamente rinunciando a qualsiasi iniziativa di San Valentino. Poi mi è tornata in mente una intervista che ascoltai mesi fa su Radio Deejay. Nicky stava intervistando una ragazza che parlava di Treedom, la società per la quale lavorava. Mi ha colpito subito perché si parlava di inquinamento, emissioni di CO2, di foreste distrutte e di cosa possiamo fare tutti noi per restituire il verde alla Terra. Cosa fa Treedom Così ho scoperto che i ragazzi di Treedom piantano alberi in giro per il mondo. Certamente non sono loro personalmente a piantare alberi, anche se credo che molto spesso siano stati presenti in questo semplice ma emozionante momento. In poco …

Villa del Priorato di Malta #cosebelle a Roma

Quella della Cupola di San Pietro nel buco della serratura è una delle più suggestive immagini di Roma. Sembra assurdo pensare che un buco della serratura possa offrirci una inquadratura così perfetta. Ma non tutti sanno dove sia questo famoso buco della serratura. Ci troviamo a Roma, naturalmente, sul colle Aventino e quel famoso buco appartiene all’ingresso principale della Villa del Priorato di Malta. Il buco della serratura Ogni giorno centinaia di curiosi si mettono in fila per scattare la foto perfetta. Questa era la fila già alle 9.00 del mattino. E dopo pochi minuti Dopo essere andata tante e tante volte a sbirciare nel buco, ho deciso finalmente di andare dall’altra parte e ho partecipato ad una visita guidata per scoprire la Villa del Priorato di Malta. La Villa del  Priorato di Malta è la sede del Gran Priorato a Roma del Sovrano Militare Ordine di Malta. La Villa e Palazzo Malta a Via Condotti gono dal 1869 dello stato di extraterritorialità. Sognavo di entrare dal famoso ingresso principale, ma ho subito scoperto che …

Palau de la Musica, Barcellona

Un weekend a Barcellona a Natale

Eccomi con il primo post del 2018. Certo siamo già a metà gennaio, ma ci tenevo a fare a tutti coloro che passano qui un grande augurio per il nuovo anno. E poi volevo raccontarvi del nostro weekend a Barcellona nel periodo natalizio. Ospiti di Seat abbiamo trascorso il weekend precedente al Natale nella capitale catalana. Per noi era la quarta volta in questa splendida città, mentre la prima per Viola, emozionata per il viaggio in aereo. Lo aveva già preso per Londra lo scorso anno, ma all’epoca non se ne era nemmeno accorta. Ora nel pieno dei suoi due anni, si guardava intorno stupita e commentava sorridendo con “alto” il fatto di essere sull’aereo. Siamo arrivati a Barcellona venerdì mattina, accolti da un cielo terso, illuminato dal sole e dalla deliziosa Noemi che si è presa cura di noi per tutto il weekend. Con il resto del gruppo Noemi ci ha accompagnato all’ Hotel Catalonia a Passeig de Gracia, che ci ha ospitato per il weekend. Il tempo di sistemare i bagagli e darci una …