All posts filed under: Life

Zero e lode!

Sono stata al quiz televisivo Zero e lode!

È cominciato tutto con una telefonata a fine settembre. Era mia sorella che mi annunciava che di lì a poco avremmo ricevuto conferma per andare ad un provino per partecipare ad un quiz televisivo. Io mi vedevo già ad esagerare le tristi storie della mia vita per dare spettacolo al famoso gioco dei pacchi, ma per fortuna mia sorella mi ha rivelato che si trattava di un gioco nuovo, cominciato da poco, che va in onda alle 14.00 su Rai Uno: Zero e lode! All’epoca non ne sapevo nulla, ma, non appena abbiamo avuto la conferma del giorno del provino, mi sono messa d’impegno a guardare tutte le puntate. Zero e lode! Il gioco si basa su sondaggi fatti su un campione di 100 persone. Gli argomenti sono i più disparati, dall’attualità allo spettacolo alla storia. Insomma tutte quegli argomenti che vanno sotto la classica categoria di cultura generale. Fin qui facile, ma non bisogna sapere solo le risposte giuste, si deve cercare di indovinare quelle che nessuno ha dato. A presentare il quiz show c’è Alessandro Greco affiancato …

Blogger Recognition Award: 15 blog da non perdere

Elena di ElebBlog mi ha nominato nella sua lista dei 15 blogger da non perdere per il Blogger Recognition Award. Ringrazio Elena per il riconoscimento, ma…mi sarò meritata questa nomination? Blogger Recognition Award Di cosa si tratta? Con il Blogger Recognition Award si dà la possibilità di dare maggiore visibilità a 15 blog emergenti che riteniamo interessanti. Fa sempre piacere essere premiati!  Regolamento Naturalmente ci sono alcune regole da seguire: Ringraziate sul vostro blog  il/la blogger che vi ha nominati e inserite il link al suo blog (se ne avete una, fate lo stesso sulla vostra pagina FB) Scrivete un post a proposito del Blogger Recognition Award Raccontate brevemente com’è nato il vostro blog Date alcuni consigli ai nuovi blogger Nominate altri 15 blogger ai quali desiderate assegnare il Blogger Recognition Award Lasciate un commento sul blog e/o sulla pagina FB di chi avete nominato, allegando il link al vostro post Come è nato CiVediamoAcena CiVediamoACena è nato molto tempo fa dalle ceneri di un blog che avevo aperto nel 2006 su blogspot. È uno spazio in cui racconto episodi molto spesso comici della mia …

Del Monte Bianco e delle vertigini

Durante la nostra vacanza in Valle d’Aosta, siamo andati a fare visita alla vera star della regione. E che star! Sto parlando del Monte Bianco, che, grazie ad un cielo risplendente di blu, abbiamo potuto ammirare in tutta la sua maestosità. Ma di sicuro non potevamo accontentarci di ammirarlo dal basso o semplicemente passeggiando per Courmayeur. Bisognava salire. Sky Way Monte Bianco Niente di più facile e veloce. Dal 2015 il Monte Bianco può essere goduto in tutta la sua bellezza usufruendo, per la salita, dello Sky Way. Una funivia che non ha niente a che fare con le vecchie cabine dondolanti che tanti di noi sciatori hanno preso per assaporare le piste più belle delle nostre montagne. Eh, sì, ne ho prese tante di seggiovie, funivie e ski lift per assecondare la mia passione. Tuttavia ho una paura esagerata per l’altezza, non posso affacciarmi da un balcone che superi il terzo piano, sopratutto se di quelli fatti in ferro e vetro. Non posso passeggiare su ponti dondolanti né su pavimenti di vetro trasparente. Naturalmente poi …

Una domenica a Castel Gandolfo

La fine delle vacanze mi lascia sempre un grande entusiasmo, accompagnato da una chilometrica lista di progetti da realizzare e propositi. Uno di questi è l’impegno di non lasciarci prendere dalla pigrizia e dalla stanchezza, dal pensiero che tutto si può rimandare. A partire dai fine settimana, spesso trascorsi ad annoiarsi sul divano per arrivare alla domenica sera e dire “avremmo potuto fare quello, saremmo potuti andare in quel posto!”. E così per non lasciare che i buoni propositi andassero nel dimenticatoio, abbiamo accettato un invito last minute per una gita a Castel Gandolfo. Viola, che è già dotata di un innato desiderio di stare in società, si è divertita con i nostri compagni di avventura. La pioggia di sabato ci ha regalato una temperatura ideale per passeggiare lungo le rive del Lago di Albano. C’è chi approfitta della bella giornata per fare un bagno. Ma si sa, passeggiare stimola l’appetito! Quale scusa migliore per un pranzo in una fraschetta vista lago? Dopo il caffè, i nostri passi ci hanno condotto fino al centro di …

Finalmente…Settembre

E così finalmente è arrivato. Ha portato con sé tuoni, fulmini ed un bel temporale, per rinfrescare l’aria e le menti e per lanciare il suo messaggio. L’estate è finita, è ora di ricominciare! Lo aspettavo da tempo, Settembre. Non ne ho ho fatto mai mistero, ma non sono mai stata una grande fan del caldo. Sono pazza dell’autunno, io, del fresco. Aspetto con trepidazione il momento in cui potrò indossare di nuovo maglioni di lana, cappottini e sciarpe. Aspetto che gli alberi, quelli scampati alla siccità di questa lunga e torrida estate, facciano imbrunire le loro foglie e le lascino danzare fino a toccare terra. Aspetto di riassaporare le caldarroste, accompagnate dal vino novello. E come ogni Settembre, sono pronta a ricominciare, quest’anno con un po’ di ansia in più. È arrivato il momento di voltare pagina e cominciare con nuovi progetti. Benvenuto Settembre!

-5…4…3…2…1…0 all’annuale ritornello “quanto sei bianca!”

Mentre mi crogiolo nel soggiorno, al fresco del condizionatore, appunto su un foglio la lista delle cose da mettere in valigia. Ma andrà a finire come sempre, la lista volerà sotto qualche mobile o tra qualche rivista e tutto il certosino lavoro di what-to-pack list se ne andrà a quel paese. Oppure semplicemente ignorerò la preziosa lista perché tanto “ho tutto qui in testa” e dimenticherò la metà delle cose. Prima al mare, poi la montagna, la valigia sarà anche quest’anno double-face: le infradito vicine alle scarpe da trekking e il costume nelle tasche del centogrammi. Ma queste sono bazzecole. Appena arrivati sull’altra costa, c’è una prova da superare per iniziare la vacanza con i migliori auspici. È come un rito di passaggio, una sorte di benedizione. È come avere una parola d’ordine per entrare in un posto segreto. Attendo ogni estate questo particolare momento. Attendo che qualcuno, ogni anno diverso, la pronunci quella frase. Così l’estate passerà senza intoppi. Ed ogni anno è solo una questione di minuti, magari di ore, ma quando meno …