All posts filed under: Life

Twin Peaks ritorna 

Twin Peaks ritorna. Stasera su Sky andrà in onda  la prima puntata della terza stagione di questa serie di grande successo degli anni ’90. Una colonna sonora accattivamente e per molti versi spettrale accompagnava le indagini sull’omicidio di Laura Palmer. Lei, apparentemente perfetta adolescente americana, viene ritrovata morta da un pescatore sulle rive di un fiume. Chi ha ucciso Laura Palmer? Ce lo siamo chiesto per settimane. Ma quello che ricordo bene di questa serie è ben diverso ed è questo che mi fa dubitare se, ventisette anni dopo, mi accingerò a vedere questa terza stagione di Twin Peaks. Adesso mi viene da ridere a ripensarci, ma a me Twin Peaks ha messo una paura da matti! Talmente tanta da essere diventata una di quelle storie che si continuano a raccontare a Natale o alle reunion di amici Da sempre appassionata di thriller, mi ero accostata a questa serie con curiosità e impegno. Avevo anche un certo debole per l’agente Cooper (smorzato poi con la sua figuraccia a Sex and the City) e per lo …

Instantanee da Roma

Vivo a Roma dai tempi dell’università, ma mi sono resa conto solamente di recente che non l’ho mai fotografata. Ho cataste di scatti di momenti e persone, ma mai una delle bellezze romane come sfondo. È proprio vero, quando hai accanto qualcuno o qualcosa di straordinario tendi a prenderli per scontato. Tanto sono sempre lì. Sono meravigliosi, ma ci sembra inutile ricordarglielo continuamente. Da un po’ ho deciso di non dare nulla per scontato. Un piccolo grazie, un apprezzamento, un sorriso in più per ringraziare chi mi sta accanto. E qualche scatto in più per onorare questa bella città, già troppo maltrattata.         Se vi va di seguire le mie avventure romane, seguitemi anche sul mio blog                        A Lady in Rome  

Liebster Award

Anche da queste parti è passato il Liebster Award, un bellissimo premio per il quale devo ringraziare il blog Vienna e dintorni. Con il Liebster Award non si vince nulla di materiale, ma la possibilità per tanti blog di acquisire una maggiore visibilità. E non è forse quello che tutti i blogger sognano? Per partecipare si deve: Pubblicare il logo del Liebster Award sul nostro post Ringraziare e seguire il blog che ci ha nominato  Rispondere alle sue 11 domande  Nominare altri 11 blogger con meno di 200 follower Sottoporre ai blogger altre 11 domande Invitare i blogger a partecipare Ecco le domande che mi sono state sottoposte da Vienna e dintorni: Che cosa ti ha spinto ad aprire un blog? Ho sempre amato scrivere, CiVediamoACena è il mio secondo blog. Il primo l’ho aperto con blogspot nel 2008. Scrivere è diventato il mio lavoro, sono infatti una web content editor e social media manager. Il tuo prossimo viaggio? Il prossimo sarà vicinissimo, Abruzzo e Umbria, ma sto già pensando all’estate! Dove riesci a scrivere …

Ma che uomini vogliono le donne?

Post pesante del venerdì mattina. Di quando la notte ti sei alzata tre volte perché tua figlia ora dorme in camera da sola, ma tu senti anche quando sposta il lenzuolo di un millimetro, e perché hai altre cose da sistemare nei meandri del tuo cervello e, chi lo sa perché, la notte diventano talmente grandi da farti perdere il sonno. Così stamattina, con le occhiaie da panda che neanche il cerone di Trump riuscirebbero a coprire, ho addentato il muffin nutelloso che avevo comprato ieri sera e mentre sorseggiavo la mia tazza di latte vaccino, non di soia, o di mandorla o di riso (eh lo so, con questa dichiarazione ho perso la metà della mia figaggine, se mai l’ho avuta) ho ripensato ad alcuni discorsi carpiti o forse origliati, ieri mentre ero dall’estetista. L’estetista è uno di quei luoghi frequentato prevalentemente (?) da donne, nel quale si fanno o, nel mio caso, si ascoltano, discorsi da donne. Ciccia, peli, cellulite e la ricerca del miracolo sono solo l’inizio per vere e proprie sedute …

Che cos’è un nome?

Oh Romeo Romeo, perché sei tu Romeo? Rinnega tui padre, rifiuta il tuo nome, o se non vuoi, giura che mi ami e non sarò più una Capuleti. Solo il tuo nome è mio nemico: tu sei tu. Che vuol dire “Montecchi”? Non è una mano, né un piede, né un braccio, né un viso, nulla di ciò che forma un corpo. Prendi un altro nome. Che cos’è un nome? Quella che chiamiamo “rosa” anche con un altro nome avrebbe il suo profumo. Rinuncia al tuo nome, Romeo, e per quel nome che non è parte di te, prendi me stessa. Un nome non era così importante per Shakespeare. O almeno questo era quello che faceva dire alla sua Giulietta in Romeo e Giulietta. Siamo sinceri, il nome è una cosa seria, lo porti tutta la vita, è il tuo biglietto da visita nel mondo. Che sia quindi serio senza essere noioso, originale senza essere ridicolo, che sia gradevole all’orecchio senza sembrare una presa in giro. Ne parlavo qualche tempo fa con un’amica che sta per …

Ci sono ancora tante marce da fare

Post serio del lunedì mattina. Non mi piace quello che vedo intorno a me. Da quando ho una figlia, mi piace ancora meno. Questo mondo ci sta cambiando le carte in tavola. La tendenza è verso un  ritorno all’oscurantismo, una specie di restaurazione che vuole mettere in discussione diritti conquistati dopo anni di lotte. Tutto questo non mi piace e non voglio che mia figlia  possa essere un giorno donna in una società che la ritiene un individuo di serie B. Non siamo cresciute così io e mia sorella. Non abbiamo mai pensato di essere “femmine” e di non poter fare delle cose o di dover indossare un abito invece che un altro. I  nostri genitori ci hanno cresciuto con l’idea e la consapevolezza che avremmo potuto fare di tutto e diventare quello che volevamo. Non a caso poi, sono andata a fare uno di quei lavori che molti ragazzi sognano, motori, piloti, gare. Nessuno nell’ambiente mi ha mai trattato con sufficienza. È stata sempre la mia professionalità a parlare per me. Mi fa sorridere …