All posts filed under: Travel

Alla scoperta del Regno di Babbo Natale

Per me non è mai troppo presto per il Natale. Vedere le vetrine addobbate, le strade illuminate e i negozi pieni di prelibatezze natalizie mi trasmette un senso di calore e magia che poche altre cose riescono a fare. Per me il Natale ha una componente magica che mi fa ritornare bambina in un mondo fatto di Babbo Natale, elfi e desideri da esprimere. Per me il Natale è fatto di camini accesi, regali sotto l’albero, bimbi che giocano, alberi carichi di luci e decorazioni al limite del kitsch. Non potevo farmi scappare l’occasione di andare alla scoperta del Regno di Babbo Natale e così, in una domenica che di natalizio ha davvero poco con il suo sole splendente e la temperatura di 22°, ho trascinato la famiglia a Vetralla. Vetralla si trova a circa 60 km da Roma, in provincia di Viterbo ed è una delle tappe della Via Francigena, una delle strade che a partire dal Medioevo conducevano i cittadini di tutta Europa in  pellegrinaggio a Roma. Stavolta però non abbiamo visitato la cittadina,ma …

Il nostro Trentino

È sempre un piacere tornare in Trentino. Sin da piccola, con la mia famiglia, spostandoci anche nel bellissimo Alto Adige, abbiamo trascorso in questa regione delle bellissime vacanze estive, tra passeggiate e piccole arrampicate, e settimane bianche. Quest’anno la vacanza è stata un po’ meno dinamica dal punto di vista delle escursioni. Purtroppo non si può fare molto con un passeggino, ma il territorio ci ha dato delle validissime alternative. Abbiamo soggiornato a pochi chilometri da Trento, a Pergine Valsugana, una cittadina deliziosa e ben curata. Il nostro hotel, il Residence Hotel Miralago, era situato proprio sul piccolo lago di Canzolino, ideale per rilassarsi e, perché no, anche pescare. Passeggiando intorno al lago, Viola ha scoperto che esistono altri animali oltre ai cani e si è innamorata delle anatre che nuotavano sulla superficie del lago. È stato difficile spiegarle che non fanno ba-ba ma più qualcosa di simile a qua-qua, ma ancora oggi non sembra esserne molto convinta. Come prima gita, siamo stati al castello di Pergine Valsugana. Costruito nel XIII secolo, il castello si erge sulla cima …

La prima estate in viaggio (in auto) con Viola

Di quest’estate porterò molti ricordi. Come al solito abbiamo trascorso un paio di settimane sulle spiagge abruzzesi, circondati da parenti e amici, e poi ci siamo diretti sui monti del Trentino. Ricordi speciali, quelli di quest’anno, perché nella nostra famiglia c’è una “vacanziera” in più: Viola. Sarà anche piccola, ma ci ha rivoluzionato anche il modo di fare vacanza. Per cominciare è cambiato il numero di valigie da caricare sull’auto. Devo dire che con due valigie medie noi ce la siamo sempre cavata. Negli anni ho capito che era inutile portarmi dietro tutto l’armadio quando poi indossavo poche cose. Un po’ più difficile è stato rinunciare a portare le scarpe, ma sto migliorando. Questa era la situazione fino allo scorso anno, ma ora con Viola tutto è cambiato. Per cominciare ho dovuto preparare due valigie differenti per noi, una per il mare (che abbiamo lasciato in deposito in Abruzzo quando siamo partiti per la montagna) e una per i monti. Poi ho preparato i bagagli di Viola: trolley con vestiti e intimo, borsa con pannolini, necessaire …

Tanabata, la festa delle stelle e dei desideri

Tanabata Matsuri. Questo è il nome di una delle festività più note e più festeggiate in Giappone.  La festa si celebra ogni anno il 7 luglio ( ma è bene ricordare che in alcune zone del Giappone tocca date diverse, che non superano però il 7 agosto). È la festa delle stelle. La leggenda narra che solo in questo giorno gli dei innamorati Orihime e Hokoboshi, che non sono altro che le stelle Vega e Altair possono incontrarsi. Infatti tranne che nel settimo giorno del settimo mese lunare, Vega e Altair sono separati dalla Via Lattea. È la festa dei desideri. Non c’è festa più bella di questa e i giapponesi approfittano per esprimere i loro desideri. Lo fanno scrivendoli, molto spesso in forma di poesia, su strisce di stoffa colorata. Poi li appendono tradizionalmente sui rami degli alberi, dando vita ad uno spettacolo variopinto. Non a caso il 7 luglio è la data che quattro anni fa abbiamo scelto per il nostro matrimonio. Quest’anno a festeggiare con noi ci sarà anche Viola e i …

Viaggio a Istanbul

  Sono stata ad Istanbul alcuni anni fa. Di ritorno dal mio breve viaggio di quattro giorni, avevo annotato le mie impressioni sul mio vecchio blog Saffron and Pepper. All’epoca fummo “vittime” di una carica della Polizia proprio nella via dello shopping, cosa che mi procurò uno spavento senza eguali. Tuttavia Istanbul mi è rimasta nel cuore. Era da molto tempo che desideravo visitare Istanbul. Tanti amici me ne avevano decantate le bellezze. In verità non sapevo davvero cosa aspettarmi da questa città e sono partita alla ricerca di qualcosa. Se vorrete un giorno recarvi ad Istanbul, vi segnalo una guida sorprendente, puntuale e piena di poesia: “Costantinopoli” di Edmondo De Amicis. Lo so, per parecchi di noi il nome di De Amicis è legato a ricordi di infanzia. Chi da bambino non ha letto il libro “Cuore” e si è commosso con i suoi racconti? Ebbene De Amicis è stato anche un eccezionale reporter di viaggi e “Costantinopoli” ne è un esempio straordinario. La sua lettura mi ha fatto comprendere tante cose che altrimenti …

I posti che TAG!

È la prima volta che CiVediamoACena entra nel magico mondo dei TAG. L’invito è arrivato da londoner18 di #theguywhosaidalwaysno: grazie! Queste che elenco qui sotto sono le regole per partecipare: Citare l’ideatore del Tag:  Una vita non basta Riportare la foto del Tag. Ringraziare il blogger che vi ha nominato, nel mio caso si tratta di  the guy who said always no Rispondere alle 10 domande. Nominare 10 blog amici, soprattutto chi ama viaggiare, e avvisarli sulla loro bacheca o comunque sincerarsi che abbiano ricevuto la nomination. Aggiungere tra i Tag “i posti che Tag”. Infine bisogna inoltrare le risposte al creatore del Tag (sempre Neogrigio), nominandolo come undicesimo. Si parla di viaggi, vai con le risposte! Il posto che… 1     …porti nel cuore Non esiste risposta più facile ed immediata per me. Il posto che da sempre mi porto nel cuore è Londra. L’ho scritto anche nel mio profilo, “London obsessed”. Di questa metropoli adoro tutto, anche la pioggia e il cielo grigio per la quale tanti italiani si lamentano. La mia …

Giappone: tappa finale a Tokyo

Il nostro meraviglioso viaggio in Giappone è finito proprio lì dove è iniziato, a Tokyo. Stavolta abbiamo soggiornato nel quartiere di Shinjuku al Citadines Hotel. Shinjuku è uno dei quartieri più consigliati per soggiornare a Tokyo. È definito il quartiere che non dorme mai. A Shinjuku si trova il più famoso parco di Tokyo, lo Shinkuku Gyoen, un polmone verde dove passeggiare e rilassarsi, allontanandosi dal rumore della città. Girando tra il quartiere ci si imbatte in una porta rossa che segna l’accesso ad una delle zone più chiacchierate di Tokyo: Kabuki-cho. L’area è letteralmente piena di locali in cui si gioca a Pachinko ed altri in cui si possono trovare le prostitute. È facile intuire che queste attività sono gestite dalla Yakuza. Nonostante questo, non si tratta di un posto particolarmente pericoloso. Sarà perché la Yakuza guadagna molto da queste attività e ci tiene che questi luoghi restino tranquilli. Tappa d’obbligo per noi, che soffriamo di vertigini, è stata la visita al Tokyo Sky Tree. Si tratta di una torre per le telecomunicazioni e …